FERROTRON

SCHEDA PRODOTTO

Integratore alimentare a base di Vitamine e Minerali ad azione ricostituente nutritiva.

FORMA FARMACEUTICA

Confezione da 40 capsule da 0,91 g. peso netto totale 36,44 g.

INDICAZIONI

FERROTRON è un integratore alimentare a base di oligominerali e vitamine che intervengono in molte funzioni metaboliche e, in modo particolare, in quelle che coinvolgono il sistema eritropoietico. La chelazione con amminoacidi rende Ferro, Rame e Zinco facilmente assorbibili e assimilabili dall'organismo. Questa elevata biodisponibilità evita, per quel che riguarda il Ferro, le controindicazioni riscontrate con l'assunzione di solfati o altri sali inorganici.
FERROTRON è particolarmente indicato durante la gravidanza e l'allattamento, nell'adolescenza e nella senescenza, nei periodi di elevata attività fisica o mentale, nei casi di inappetenza o nelle diete squilibrate (es. diete vegane o monotone).
E' inoltre consigliato durante l'uso prolungato di antiacidi che limitano l'assorbimento del ferro rendendolo insolubile.

TABELLA NUTRIZIONALE

INGREDIENTI

MG per capsula

% RDA per capsula

Vitamina C

60

75,00 %

Ferro

15

107,00 %

Zinco

10

100,00 %

Vitamina B6

2

143,00 %

Rame

1,8

180,00 %

Vitamina B2

1,6

114,00 %

Vitamina B1

1,4

127,00 %

Folato

200 mcg

100,00 %

Molibdeno

100 mcg

200,00 %

Biotina

30 mcg

60,00 %

Vitamina B12

1,5 mcg

60,00 %

COMPOSIZIONE

Calcio fosfato bibasico
Gelatina alimentare
Vitamina C (Acido ascorbico)
Antiagglomeranti: Acido stearico, Magnesio stearato
Ferro (Ferro bisglicinato)
Zinco (Zinco bisglicinato)
Vitamina B6 (Piridossina cloridrato)
Rame (Rame bisglicinato)
Vitamina B2 (Riboflavina)
Vitamina B1 (Tiamina cloridrato)
Folato (Acido pteroil-monoglutammico)
Molibdeno (Sodio Molibdato)
Biotina
Vitamina B12

Il Ferro è un oligoelemento essenziale presente nell'organismo umano in due forme: Ferro emico (75%) e Ferro non emico (25%). Il Ferro emico è legato al gruppo eme di emoglobina e mioglobina ed è fondamentale nel trasporto dell'ossigeno al sangue e ai tessuti. Il Ferro non emico svolge soprattutto funzione di deposito e riserva e si trova nella milza, nel fegato, nel midollo osseo, nelle proteine contrattili (actina e miosina) e nei globuli bianchi.
Il Ferro, essendo l'elemento determinante la qualità del sangue, è fondamentale per far aumentare la resistenza allo stress e alle malattie, per rinforzare il sistema immunitario e per determinare un aumento della produzione energetica. E' inoltre importante nei fenomeni di respirazione cellulare, nel metabolismo degli acidi nucleici (è infatti componente dell'enzima ribonucleotide riduttasi, enzima chiave per la sintesi di DNA), nell'ossidazione degli acidi grassi e nella sintesi di neurotrasmettitori per serotonina, dopamina e noradrenalina.
Essendo parte della mioglobina, il Ferro è utile durante l'esercizio fisico determinando un aumento della resistenza alla fatica e inoltre migliora il tono muscolare.
La carenza di Ferro, che può essere fisiologica o patologica, si manifesta solitamente con anemia, debolezza muscolare, cefalea, palpitazioni e aumento del rischio di contrarre infezioni.
Le Vitamine del complesso B, oltre a svolgere azione sinergica negli stati anemici, sono fondamentali per una corretta assimilazione del Ferro; inoltre, la Vitamina C ne facilita l'assorbimento a livello intestinale mantenendolo in forma solubile.
Anche il Rame è importante per l'assimilazione del Ferro: la ceruloplasmina, glicoproteina plasmatica che lega e trasporta il rame nel circolo ematico, ne modula il metabolismo in quanto lo ossida dallo stato 2+ allo stato 3+ permettendone così il legame con la transferrina che poi lo distribuisce ai tessuti di utilizzo; inoltre, la ceruloplasmina, ossidando il ferro, previene i fenomeni di perossidazione lipidica.
Il molibdeno, a livello della mucosa intestinale, catalizza l'incorporazione ossidativa del ferro sulla ferritina e ne favorisce l'assorbimento grazie alla xantina ossidasi, molibdoenzima ad azione ossidoreduttasica che ossida il ferro e ne rende più facile il trasporto e il successivo utilizzo.
FERROTRON, grazie alla sua composizione, viene indicato quando la conta eritrocitaria è bassa (inferiore a 3,8 mln cellule/dl uomo e 3,5 mln cellule/dl donna), quando la concentrazione dell'emoglobina è bassa (inferiore a 11 g/dl nei bambini al di sotto dei 6 anni o nelle donne in gravidanza, a 12 g/dl per le donne non gravide e ai 13 g/dl per l'uomo), nei casi di affaticamento e debolezza muscolare, nelle anomalie strutturali eritrocitarie, nelle anemie e per prevenire la suscettibilità alle infezioni batteriche.

POSOLOGIA

Si consiglia l'assunzione di 1 capsula di FERROTRON al giorno durante il pasto o a stomaco pieno.

AVVERTENZE

Tenere fuori dalla portata dei bambini di età inferiore ai tre anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e uno stile di vita sano.

MODALITA' DI CONSERVAZIONE

Conservare in luogo asciutto, al riparo dalla luce.

CONTROINDICAZIONI ED EFFETTI COLLATERALI

Il Ferro a dosi consistenti è tossico per i bambini, per i quali dovrebbe essere mantenuto lontano dalla loro portata. Per gli individui affetti da ematocromatosi e da malattie epatiche è consigliabile il parere del medico. Si raccomanda l'assunzione durante il pasto per ridurre la probabilità di disturbi gastrici dati dall'assunzione a stomaco vuoto.

CODICE MINISTERIALE

Prodotto incluso nel registro degli integratori del Ministero della Salute
codice N° 4568